Richiedi informazioni:

ROMA 1 - 06 61550711
BRACCIANO - 06 99805549
ROMA 2 - 06 6270698
CELLULARE - 339 5702206

  • dentista Roma nord,
  • dentista Roma nord,
  • Mal di denti, Mal di denti Roma,
  • odontoiatria, Roma

PARODONTOLOGIA

Parodontologia

La Parodontologia è un ramo dell'odontoiatria dedicata allo studio delle gengive e dei tessuti che supportano i denti.

cos'E' LA PARODONTITE?

E' una malattia progressiva e in genere indolore delle gengive causata da infezioni batteriche che attaccano gengive, ossa e legamenti intorno ai denti. Essa può verificarsi a qualsiasi età, ma si verifica specialmente dopo i 35 anni.

La maggior parte delle persone non sono a conoscenza di avere la malattia paradontale fino a quando non riconoscono uno o più dei seguenti segnali di pericolo:

  • Alito cattivo;
  • Gengive rosse o gonfie;
  • Sanguinamento delle gengive (quando si usa uno spazzolino o del filo interdentale)
  • Pus che compare tra i denti e le gengive quando le gengive vengono premute.
  • Variazione del morso;
  • Regressione gengivale

Cause della malattia parodontale

La causa della malattia paradontale è l'accumulo di placca batterica, che, se non viene periodicamente rimossa, si indurisce diventando tartaro. Le tossine sono prodotte dai batteri presenti nella placca, e nel corso del tempo, queste irritano le gengive, rendendole rosse, gonfie, dolenti e più inclini a sanguinare. La gengiva indebolita, inizia a esporre i denti e si formano le tasche che offrono più spazio al tartaro. La malattia se non è sotto controllo e trattata, può causare l'allentamento dei denti e la loro relativa perdita.

 

Tipi di malattia parodontale

I due tipi più comuni di malattia paradontale sono la gengivite e la parodontite.

La gengivite, che si verifica prima, colpisce solo il tessuto gengivale, ed è la forma più lieve.

La parodontite, invece, è lo stadio avanzato, colpisce le gengive, e in molti casi l'osso e le altre strutture di supporto intorno ai denti. I denti si allentano e alla fine cadono o si rende necessaria la rimozione. Questa fase richiede un intervento più complesso e spesso procedure chirurgiche.

TRATTAMENTI

A seconda del tipo e dell'entità della malattia vengono applicati vari tipi di trattamenti.

Per iniziare, il dentista effettuerà un esame approfondito delle gengive, dei denti e della bocca del paziente. Verificherà quindi la presenza di dolore e la fermezza delle gengive, effettuerà un'ablazione accurata di placca e tartaro. Se necessario levigherà i denti nella porzione adiacente la gengiva per fornire una superficie liscia, in modo che il tessuto gengivale possa guarire e aderire correttamente al dente.

Visto che le malattie paradontali sono causate da batteri l'uso di antibiotici può essere indicato per controllare e prevenire l'ulteriore crescita e la diffusione di infezioni batteriche, anche se la terapia di tipo meccanico rimane la prima necessaria scelta di trattamento.

Studi più avanzati della malattia paradontale possono richiedere un intervento chirurgico. Gli obiettivi sono: la rimozione di tartaro da tutte le tasche profonde intorno ai denti, ridurre le tasche, levigare le superfici radicolari e rimodellare il tessuto gengivale in modo da rendere la pulizia più facile ed efficace. I diversi metodi di trattamento includono:

  • Scaling e root planning: comporta la rimozione del tartaro e la levigatura delle radici.
  • Gengivectomia: è la rimozione chirurgica delle tasche gengivali infette.
  • Chirurgia paradontale a cielo aperto, prevede la creazione di un lembo di gengiva.
  • Innesto osseo: per la rigenerazione parziale attraverso l'inserimento chirurgico di un innesto osseo (osso del paziente, osso artificiale) che permette ai nuovi tessuti di crescere.
  • Innesto gengivale: Nel caso in cui il tessuto gengivale sia stato ampiamente perduto intorno alla radice del dente, può essere utilizzato un innesto gengivale ricavato da tessuto sano.

Trattamenti non chirurgici

Il metodo di trattamento dipende dal tipo di malattia e da quanto è progredita:

  • In alcuni casi il trattamento non chirurgico paradontale può essere il passo iniziale. Dopo una nuova valutazione da parte del paradontologo, in caso di successo, questa forma di trattamento può essere il punto finale alla terapia paradontale.
  • Una pulizia accurata.
  • Per facilitare il processo di guarigione si possono levigare le radici dentali.​
  • In alcuni casi il "morso" può richiedere un aggiustamento.
  • Laser

FATTORI DI RISCHIO

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di sviluppare o aumentare la velocità di progressione della malattia. I seguenti fattori di rischio sono:

  • Fumo e tabacco da masticare,
  • Cattiva alimentazione, specialmente ad alto contenuto di zucchero,
  • Protesi o ponti che non si adattano, denti non allineati, otturazioni difettose.
  • Stringere o digrignare i denti,
  • Gravidanza o l'uso di contraccettivi orali,
  • Farmaci
  • Malattie sistematiche come il diabete o l'HIV

PREVENZIONE DELLA MALATTIA PARODONTALE

Se presa nelle prime fasi, la possibilità di guarigione da gengivite è buona.

Per gengive e un sorriso sano bisogna:

  • Evitare prodotti molto zuccherati e adottare una dieta equilibrata,
  • utilizzare accuratamente spazzolino e filo interdentale,
  • tenere d'occhio i primi segni di malattie gengivali, quali, gengive rosse, gonfie o sanguinanti.
  • Programmare controlli periodici con il vostro dentista
  • Effettuare presso il vostro dentista almeno due ablazioni del tartaro l'anno.
DENTISTA DR. DI CESARE GABRIELE | 14, Via Odescalchi - 00062 Bracciano (RM) - Italia | P.I. 10337510589 | Tel. +39 06 99805549   - Cell. +39 339 5702206 | gabriele.dicesare@virgilio.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite